Bioterapia nutrizionale Roma

Dott.ssa Renata Luongo: patologie del comportamento alimentare

Tutto su di noi

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: che cos’è la Bioterapia

Si tratta di una metodica medica che sfrutta la possibilità d’impiego terapeutico degli alimenti attraverso la composizione dei pasti e le modalità di cottura degli stessi, per migliorare le capacità metaboliche e disintossicanti dell’organismo. Grazie alla bioterapia nutrizionale Roma, è possibile sia una prevenzione che un’azione terapeutica in caso di patologia, puntando su una corretta alimentazione. Si parla già di questa metodica nel 1960, quando per intuizione della dottoressa Domenica Arcari Morini, si cominciò a studiare l’azione degli alimenti sul metabolismo e le variazione dei suoi effetti in relazione alle diverse modalità di cottura, arrivando a sperimentare il valore terapeutico degli alimenti e delle loro associazioni, basandosi principalmente sui piatti della cucina mediterranea e sull’importanza dell’olio di oliva extravergine.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: la scoperta

Con i suoi studi, la Arcari Morini riuscì a superare la visione riduttiva del cibo come semplice apporto di calorie, assunti in modo caotico e generico, ma diede vita a questo nuovo modo di concepire l’alimentazione, dove ogni prodotto e alimento cambia la sua funzione a seconda di come viene cucinato e dell’associazione proposta. Per utilizzarli a scopo terapeutico è indispensabile conoscere la fisiologia e la fisiopatologia degli organi e delle funzioni organiche, quindi occorre affidarsi a professionisti seri e qualificati. Lo scopo è quello di indirizzare il paziente a un’alimentazione corretta che può portare avanti tutta la vita a differenza delle diete ipocaloriche. Per saperne di più e richiedere maggiori informazioni, è consigliabile consultare il sito: www.bioterapianutrizionale.roma.it.Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: il medico

La dottoressa, laureata in Medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano, iscritta all’ordine provinciale dei Medici chirurghi ed è specializzata in bioterapia nutrizionale Roma, dopo aver frequentato il corso quadriennale per medici presso Vis Sanatrix Naturae ed è. Specializzata anche in medicina estetica allopatica e omeopatica, in base al problema di cui soffre il paziente, la Dott.ssa Renata Luongo è in grado di formulare un percorso personalizzato ad hoc. Vengono inoltre trattate le patologie del comportamento alimentare, quali anoressia e bulimia. Vengono formulate terapie alimentari specifiche anche per bambini in sovrappeso.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: FORMAZIONE

La dottoressa ha lavorato per tre anni come assistente medico nel reparto di Medicina Interna e all’interno del pronto soccorso dell’ospedale di Bracciano. In seguito la Dott.ssa Renata Luongo ha lavorato presso il SERT dell’Ospedale S. Spirito della capitale e contemporaneamente ha svolto l’attività di Guardia Medica nella provincia romana e a Viterbo e di medico scolastico a Ladispoli-Cerveteri nelle scuole elementare e medie inferiori. Conseguita la titolarità di Guardia Medica ha lavorato a Tuscania e come medico di base a Bracciano, fino al 2000 anno in cui ha scelto di continuare l’attività come libero professionista specializzata in bioterapia nutrizionale Roma, aprendo uno studio a Bracciano e, l’anno successivo, anche nella capitale.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: il percorso professionale

Durante tutto il percorso formativo, la dottoressa ha approfondito le sue conoscenze con: corso annuale di Medicina d’urgenza presso il Policlinico Umberto I, corso annuale di Flebologia, tirocinio biennale presso gli ambulatori del centro obesità del Policlinico Universitario A. Gemelli, scuola triennale di Omeopatia e Omotossicologia e discipline integrate (A.M.I.O.T), scuola annuale in Medicina Integrata nelle patologie cronico–degenerative (A.M.I.O.T), scuola di Medicina Estetica e Omotossicologica (A.M.I.O.T), scuola di Bioterapia Nutrizionale (corso quadriennale) presso la Vis Sanatrix Naturae. La lunga attività di medico di base, di medicina scolastica e medicina d’urgenza ha consentito di curare bambini, adolescenti e adulti nella malattie acute e croniche di ogni genere.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: una specializzazione molto attuale

La partecipazione ai seminari di analisi collettiva dello psichiatra Massimo Fagioli ha fornito alla professionista in bioterapia nutrizionale Roma gli strumenti indispensabili nell’affrontare casi spesso complicati di patologie del comportamento alimentare, collaborando anche con colleghi psichiatri e psicoterapeuti per i casi più difficili. La dottoressa si è specializzata in una disciplina che oggi è più che mai attuale, dato che c’è una maggiore consapevolezza di ciò di cui si deve nutrire l’organismo, facendo molta attenzione e selezionando con cura i diversi tipi di alimenti e le loro proprietà. Lo studio, situato nella capitale, è vicino al Quirinale e facilmente raggiungibile con i mezzi. Nelle vicinanze dello studio vi sono, infatti, le seguenti fermate della metropolitana: Piazza della Repubblica, piazza Barberini e Stazione Termini.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: come funziona la terapia

La dottoressa stabilisce a seconda della costituzione, della storia clinica e delle eventuali patologie del paziente, l’alimentazione che deve seguire. Al conseguimento del risultato si interrompe il regime terapeutico e il paziente può proseguire secondo le regole generali. La bioterapia nutrizionale Roma può sostituirsi alla terapia farmacologica, quando quest’ultima non è indispensabile, come per alcune patologie dell’apparato gastrointestinale, colite, diarrea cronica, stipsi, oppure in associazione ai farmaci quando questi sono indispensabili (diabete, ipertensione, terapie ormonali) supportando il lavoro di metabolizzazione dei principi attivi dei farmaci, cercando di eliminarne la tossicità prodotta.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: come si struttura una corretta alimentazione

La specialista fornisce consulenza e assistenza per quanto riguarda le patologie alimentare, come bulimia e anoressia, o per individuare una terapia adeguata, secondo le regola della bioterapia nutrizionale Roma, per bambini e adolescenti che sono affetti da obesità. Una alimentazione sana e bilanciata deve contenere pasti che forniscono nutrienti all’organismo, stimolano il metabolismo e favoriscano l’eliminazione della tossicità. Grazie infatti all’alimentazione, bisogna accompagnare il ritmo circadiano, ovvero l’orologio interno all’organismo che si mantiene sincronizzato con il ciclo naturale del giorno e della notte ed è modulato dagli stimoli ormonali. Quest’ultimo ha la sua ascesa verso le 6 del mattino, raggiunge un acme nella parte centrale della giornata andando a scendere dalle 17/18 fino a sera.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: come funziona il ritmo circadiano?

Il ritmo circadiano è il ritmo biologico di ogni essere umano. La richiesta energetica di un organismo segue la curva del ritmo circadiano, per cui necessita di una colazione e di un pranzo completo. Un segno che la dieta è corretta è che il pazienze non avrà più fame nell’intervallo tra i pasti. Un esempio di bioterapia nutrizionale Roma della giornata di un adulto sano che svolge un’attività normale o anche una moderata attività fisica, è quello che vede i principali pasti della giornata (colazione, pranzo e cena) assicurare un apporto energetico nutritivo e una stabilità dell’equilibrio glicemico e insulinico che tuteli da cali di energia nel corso della giornata, i cali di energia non sono altro che cali glicemici.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: colazione

Una colazione ben strutturata, consumata tra le 6 e le 8 del mattino, riesce a mantenere stabile l’equilibrio glicemico e insulinemico nel corso dell’intera mattinata, senza necessità di spuntini. Nel caso fosse necessaria una colazione anticipata, alle 5 del mattino, la Dott.ssa Renata Luongo può introdurre uno spuntino o una seconda colazione per evitare che le ore che intercorrono tra colazione e pranzo siano troppe. Coloro che invece non amano mangiare appena sveglie, possono consumare la colazione 1 o 2 ore dopo con un panino con il prosciutto crudo e una spremuta, ad esempio. La colazione, infatti, durante la bioterapia nutrizionale Roma può essere dolce o salata a seconda delle appetenze. 

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: colazione dolce o salata

Un esempio di colazione dolce può essere una bevanda (caffè o latte o orzo o the o una tisana), pane tostato (per evitare il gonfiore dovuto all’azione fermentativa dei lieviti che rallentano il metabolismo), con burro e marmellata o miele, oppure pane tostato con ricotta e cacao (il burro è una quota lipidica che tiene stabile la glicemia nel corso della mattinata). Un esempio di colazione salata proposta dalla Dott.ssa Renata Luongo può essere invece pane tostato con olio e sale, o con pomodoro, olio e sale, o con prosciutto crudo o affettato di tacchino o pane tostato con l’uovo sbattuto o strapazzato o alla coque e una spremuta. Così facendo la quota proteica e lipidica data da olio, burro, prosciutto e uovo garantisce una stabilità dell’equilibrio glicemico e insulinico. 

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: cosa bisogna mangiare a pranzo?

Il pranzo, generalmente, viene consumato tra le 12 e le 14, un momento della giornata in cui la richiesta di energia è massima, quindi deve essere un pasto completo e non può essere limitato solo a un piatto di pasta. A meno che l’individuo non debba fare attività sportiva subito dopo, il pasto, oltre agli zuccheri complessi come pasta o pane, deve fornire un apporto proteico e una quota lipidica. Il pranzo costituito solo da un piatto di pasta ha un effetto sedativo e viene digerito in tempi brevi, facendo insorgere l’esigenza di uno spuntino a metà pomeriggio che andrebbe a collocarsi nella curva discendente del ritmo circadiano, ossia in un momento in cui il metabolismo è meno attivo, provocando un aumento di peso proprio perché non viene mantenuto stabile l’equilibrio glicemico.

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: cena

La cena deve essere digeribile e l’alimento più digeribile è il carboidrato che permette un lavoro di disintossicazione del fegato durante la notte e induce sonnolenza. Tuttavia bambini, atleti o persone che svolgono attività fisica, hanno un dispendio energetico importante e necessitano quindi di un’integrazione di proteine durante la cena, purché siano altamente digeribili. In conclusione una corretta alimentazione non deve andare a contrastare gli equilibri del corpo e il suo ritmo circadiano, ma lo deve accompagnare nelle sue esigenze. La dottoressa aiuterà il paziente, a seconda della sua storia clinica, del disturbo di cui soffre e degli obiettivi che si è posto, a raggiungerli seguendo un percorso personalizzato ad hoc, in maniera sana ed equilibrata. 

Dott.ssa Renata Luongo bioterapia nutrizionale Roma: esempi di pranzi e cene

I pazienti che scelgono di mangiare in modo corretto, seguendo il ritmo circadiano del proprio organismo, dovrebbero seguire alcuni suggerimenti. Un esempio di pranzo potrebbe essere: una proteina di circa 160-180 gr di carne preferibilmente bianca o 200 gr di pesce o 2 uova, ad esempio pollo saltato in padella, una scaloppina, filetti di pesce al forno o grigliati o una frittata + una verdura + una porzione di carboidrato (una quota di pane o una piccola porzione di pasta o di riso) + un frutto. Un pasto così composto consente di arrivare a cena senza la necessità di spuntini o merende. Un esempio di cena invece potrebbe essere: pasta o riso con vari condimenti + una verdura cotta ripassata o grigliata + un frutto.

Espandi
Roma

00187 - Roma (ROMA) Lazio
Via XX Settembre, 4
Distanza dal centro: 1,06 Km
Telefono: 0660651644
Partita IVA: 04145871002
Responsabile trattamento dati: Renata Luongo

Bracciano

00062 - Bracciano (ROMA) Lazio
Via Traversini, 7
Distanza dal centro: 0,12 Km
Telefono: 0699804195
Partita IVA: 04145871002
Responsabile trattamento dati: Renata Luongo